Se avete capito bene cos’è SPID e siete decisi a richiederla, assicuratevi di avere a portata di mano:

  1. il vostro telefono cellulare con il numero di telefono registrato su NoiPA (se non lo avete, registratelo come spiegato qui)
  2. un documento di identità
  3. il PIN di NoiPA (se non lo avete, fatevelo rilasciare seguendo la procedura spiegata qui)
  4. l’accesso alla mail

quindi recatevi sul sito NoiPA e accedete come al solito. Fatto questo, andate nella sezione Amministrato e aprite in sequenza i menu Self service e Servizi. Cliccate poi sul link Ottieni SPID

Nella finestra che si apre, cliccate Nuova richiesta

Se non avete registrato e verificato il cellulare o non avete mai chiesto il pin compare un messaggio di errore tipo questo:

L’errore è bloccante e prima di proseguire dovete rimediare seguendo la procedura spiegata in questo articolo.

Se invece va tutto bene, compare un riepilogo dei nostri dati come risultano a NoiPA e il link all’informativa privacy, da accettare con la spunta.

Il tasto “Avanti” comparirà solo dopo che avremo messo la spunta nel quadratino.

A questo punto compare una maschera con il logo Spid, si deve cliccare su “Ottieni SPID” e si aprirà una tendina con i gestori di identità digitali accreditati. Bisogna sceglierne uno.

I ‘provider’ delle identità SPID

 

Alcuni sono soggetti pubblici, altri privati, conviene informarsi prima su chi sono e sulle condizioni di rilascio dell’identità. In questa fase è tutto gratuito, un domani il rinnovo potrebbe diventare a pagamento. In ogni caso tutti i gestori sono stati approvati dall’AGID e dovrebbero dare garanzie di serietà.

Proseguendo, il sistema chiede di inserire il Pin di NoiPA

poi si deve cliccare Avanti. Il sistema avvisa che bisogna fare una telefonata “di sicurezza” esclusivamente dal cellulare registrato su NoiPA. Lo scopo è assicurarsi che chi sta richiedendo Spid sia veramente chi dice di essere.

Cliccando avanti compare il numero da chiamare. C’è un conto alla rovescia che si attiva, perchè la telefonata deve avvenire entro due minuti altrimenti si deve ricominciare la procedura.

Non serve dire nulla al telefono, basta stare in linea qualche secondo. In automatico sarà registrata la chiamata e la schermata cambierà da sola.

A questo punto si procede sul sito del provider scelto, ognuno è diverso dagli altri, ma più o meno la procedura è la stessa: vengono presentati i dati trasmessi da NoiPA, viene chiesto di verificare il funzionamento della mail (assicuratevi di poterla consultare perchè verosimilmente vi manderanno un codice da inserire) e del cellulare (idem). Quindi vi presenteranno il contratto, che dovrete leggere ed approvare.

Alla fine dovrete scegliere una password, tipicamente lunga e con caratteri speciali. Vi raccomando nuovamente di non lasciarla in giro per nessun motivo, e di sceglierla robusta e difficile da indovinare!

Vi invieranno anche un “codice di sospensione”, per bloccare l’identità nel caso qualcuno venga in possesso delel vostre credenziali. Custoditelo con la massima cura!

Alla fine della procedura avrete ottenuto una identità digitale, solitamente “di livello 2”, con cui si possono già effettuare operazioni dispositive.

Per renderla di livello 3, quella coi privilegi più alti, occorre una ulteriore procedura (che spesso comporta il riconoscimento de visu) diversa a seconda del provider. Ma se non siete sicuri di usarla, vi suggerisco di non chiederla perchè il rischio che ve la sottraggano è maggiore dell’utilità.

 

Per restare informati sui prossimi articoli, iscrivetevi alla newsletter!

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.