Come sanno tutti i funzionari amministrativi e le imprese che lavorano con la P.A., il sito AcquistinretePA è un punto di riferimento obbligato nell’attività contrattuale della pubblica amministrazione. Da lustri ormai i funzionari pubblici ricorrono alle sue convenzioni e mercato elettronico per acquisire beni e servizi necessari all’attività quotidiana. Non tutti però sanno come usarlo, e sono in difficoltà anche solo per riuscire ad accedervi. Oggi vedremo quindi come registrarsi sul portale Acquistinrete.

La procedura è estremamente semplice e vedrete che non vi creerà problemi. Dopo la registrazione, occorrerà chiedere l'”abilitazione”, che è quella che serve a definire le possibilità di azione del soggetto sul portale (cosa potrà fare e cosa no) ed è più complessa. Il primo passo però è sempre la registrazione.

Ogni persona può operare per più enti. Questa procedura va ripetuta ogni volta che desideriamo aggiungere un nuovo soggetto a quelli per cui vogliamo lavorare sul portale.

La procedura

Per prima cosa, bisogna andare sul sito AcquistinretePA e cliccare Accedi in alto a destra

come registrarsi sul portale Acquistinretee nella tendina che si apre, “Registrati”. Si apre allora una maschera che spiega cosa significa “registrazione” e “abilitazione”… suggerisco di leggere tutto per farsi un’idea.

Per proseguire basta cliccare l’unico pulsante presente, “Registrati”. Comparirà una schermata con vari campi da riempire. Sono i dati anagrafici di chi si registra, nonchè i recapiti che vuole che il portale usi per ogni contatto. Attenzione, se per qualunque ragione cambia qualcosa nella vita reale, bisogna ricordarsi di cambiare il dato anche nel portale! (da gestione profilo)

Attenzione: inserite una mail semplice o una PEC che però sia in grado di ricevere anche messaggi di posta non certificati!

Compilati tutti i campi con l’asterisco, si può proseguire con “avanti”. Se il sistema trova i dati dell’utente già presenti nel suo archivio, lo segnalerà e non ci farà proseguire. Se non ricordiamo la password potremo recuperarla con l’apposita funzione. Se il messaggio è “utente sospeso” significa che non solo siamo già registrati ma sono passati 18 mesi o più dall’ultimo accesso. In tal caso al primo login dovremo riconfermare i nostri dati.

Se invece è tutto a posto, il sistema ci chiederà se siamo un’impresa o una pubblica amministrazione.

La procedura, a seconda della scelta fatta, si sdoppia. Come vedete, la registrazione è possibile anche per imprese straniere

Se avete scelto Impresa

Se avete scelto impresa italiana, comparirà un campo in cui inserire la partita IVA o un altro codice se l’impresa non ha p.iva (es. il cf dell’impresa o del titolare) per cercarla

Attenzione, “altro codice” va usato SOLO se l’impresa non ha p.iva!

Una volta comparsa basta selezionarla, se non dovesse comparire bisognerà scegliere “registrazione manuale” e inserire i relativi dati (indirizzo sede legale, recapiti ecc.). Fatto questo, il sistema ci mostrerà un riepilogo e se tutto va bene dovremo cliccare “conferma”.

Se avete scelto una delle opzioni per impresa estera, probabilmente non troverete l’impresa nel database e dovrete inserire i dati manualmente, ma la procedura di registrazione è identica a quella delle imprese italiane. L’abilitazione però sarà più complessa: l’operatore economico estero (non residente in Italia e senza stabile organizzazione nel territorio) per abilitarsi al Mepa dovrà infatti nominare un rappresentante fiscale sul territorio nazionale in base all’art. 17 DPR 633/1972 (con atto pubblico, scrittura privata registrata o con lettera annotata in apposito registro) o in alternativa dovrà identificarsi direttamente in Italia ai sensi delle nuove disposizioni recate dall’articolo 35 ter del DPR 633/72 (al momento accessibile ai soggetti non residenti di altri Paesi membri dell’UE) presentando l’apposito modello anagrafico (modello ANR/1) disponibile in formato elettronico, gratuitamente, sui siti internet dell’Agenzia delle Entrate e del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Se siete parte di un gruppo, per non sbagliare vi consiglio di farvi guidare dal call center di Acquistinrete o seguire le guide sul portale..

Se avete scelto Pubblica Amministrazione

Se la scelta è stata pubblica amministrazione, il sistema proporrà una maschera di ricerca per codice fiscale o per nome. Inutile dire che è consigliabile la prima modalità.

Anche qui, se la ricerca è stata positiva dovremo selezionare l’ente e cliccare “Associa ente”, altrimenti procedere alla “registrazione manuale”. Se l’ente è particolarmente complesso, il sistema consente di associarsi a un dipartimento-ufficio specifico selezionandolo da “naviga nella struttura”.

Dopo aver scelto il soggetto per cui lavorare

Una volta scelto il soggetto per cui lavorare, la procedura torna a unificarsi. Il sistema mostra all’utente l’username che dovrà usare ogni volta che entrerà nel sistema e gli chiede di scegliere una password.

In genere l’username è data dalle prime sei lettere del codice fiscale e tre zeri. Bisogna poi accettare l’immancabile privacy e dare ‘salva’.

A questo punto il portale invia un’email. Bisogna cliccare il link contenuto nella mail e da quel momento la registrazione sarà completata e si potrà accedere al portale con l’username assegnata e la password scelta.

 

Per restare informati sui prossimi articoli, iscrivetevi alla newsletter!

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.