Abbiamo visto che la normativa sulla tracciabilità prevede vari obblighi. Vediamo ora brevemente quali sanzioni prevede per la sua violazione.

Sanzioni civilistiche

La sanzione principale e di immediato interesse per i funzionari amministrativi è quella che commina la nullità dei contratti. Essa colpisce il contratto d’appalto in cui non è inserita la clausola di tracciabilità vista in precedenza, e travolge automaticamente anche i contratti derivati (subappalti e subcontratti) da questo.

Una seconda sanzione civilistica è prevista dall’art. 3 co. 9 bis della L. 136, che prevede la risoluzione automatica del contratto in caso di mancato utilizzo di strumenti tracciabili nei pagamenti. Se il pagamento non tracciabile riguarda un contratto derivato (es. subappalto), la risoluzione colpisce solo lui.

Sanzioni amministrative

L’art. 6 della L.136 prevede varie sanzioni amministrative:

  1. per i pagamenti in contanti, sanzione pecuniaria dal 5 al 20% del valore della transazione;

  2. le transazioni effettuate su conto non dedicato, o con strumenti di pagamento non tracciabili, o senza indicare i codici CIG o CUP comportano una sanzione pecuniaria dal 2 al 10% della transazione stessa

  3. il reintegro dei conti correnti dedicati effettuato senza strumenti di pagamento idonei comporta una sanzione pecuniaria dal 2 al 5% di ciascun accredito;

  4. l’omessa, tardiva o incompleta comunicazione degli elementi identificativi del conto dedicato e della persona delegata ad operare su di esso comporta la sanzione pecuniaria da 500 a 3000 €

L’applicazione di queste sanzioni spetta al Prefetto della provincia i cui ha sede la stazione appaltante (o l’amministrazione concedente) ed è possibile proporre opposizione solo avanti al giudice del luogo in cui ha sede la Prefettura.

Avrete notato che non vi sono sanzioni a carico del funzionario che non rispetta la normativa sulla tracciabilità, ma questo non vuol dire che il funzionario non possa essere chiamato a rispondere del suo comportamento: a seconda dei casi infatti gli si applicheranno le norme ordinarie sulla responsabilità civile, penale, disciplinare, erariale.

Per restare informati sui prossimi articoli, iscrivetevi alla newsletter!

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.