Nelle gare aggiudicate col criterio del prezzo più basso occorre calcolare la “soglia di anomalia”, ossia quella cifra al di sotto della quale un’offerta è considerata anormalmente bassa. Abbiamo visto che il decreto Sblocca cantieri introduce varie modalità di calcolo della soglia, esaminiamo il caso in cui sono state ammesse più di 15 offerte. La norma di riferimento è l’art. 97 COMMA 2 del D.Lgs. 50-2016.

Questo articolo non è altro che la parafrasi della circolare del Ministero Infrastrutture e Trasporti n.8 del 2019 a cui vi rimando per ogni approfondimento.

La procedura

a) il taglio delle ali

La prima cosa da fare è il c.d. “taglio delle ali” cioè l’accantonamento del 10%, arrotondato all’unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e quelle di minor ribasso. Le offerte di uguale valore di ribasso vanno prese in considerazione distintamente nei loro singoli valori. Se nell’effettuare il calcolo del 10% sono presenti offerte di eguale valore rispetto alle offerte da accantonare, le stesse sono da accantonare.

Ad esempio, se sono state ammesse queste 20 offerte di ribasso:

1) 10,011
2) 11,110
3) 11,110
4) 11,431
5) 11,691
6) 12,751
7) 12,961
8) 13,471
9) 13,581
10) 13,910
11) 14,721
12) 14,812
13) 15,220
14) 15,627
15) 16,142
16) 16,352
17) 16,460
18) 16,752
19) 16,875
20) 16,992

dato che il 10% di 20 è 2, dovremo accantonare le 2 offerte di maggior ribasso (la 19 e la 20) e le 2 di minor ribasso (la 1 e la 2). Tuttavia visto che l’offerta 2 è uguale alla 3, accantoneremo anche questa.

Proseguiremo con i calcoli solo sulle offerte restanti, in questo caso sono 15, quelle dal n. 4 al n. 18 (se non ci fossero state due offerte uguali sarebbero state 16).

b) la media dei ribassi

Calcoliamo ora la media dei ribassi rimasti: sommiamo il valore delle 15 offerte (ricordiamoci bene questo valore, che chiamerò SOMMA: nell’esempio è 215,882) e dividiamo per 15. Chiamiamo M la media ottenuta. In questo caso M è 14,392.

c) la media degli scarti

Le offerte più alte della media M sono quelle dal n. 11 al 18. Prendiamole una per una e calcoliamo la differenza (scarto) dalla media M:

11) 14,721 scarto: 0,329
12) 14,812 scarto: 0,420
13) 15,220 scarto: 0,828
14) 15,627 scarto: 1,235
15) 16,142 scarto: 1,750
16) 16,352 scarto: 1,960
17) 16,460 scarto: 2,068
18) 16,752 scarto: 2,360
Sommiamo ora gli scarti, avremo nel nostro esempio 10,950. Calcoliamo ora la media degli scarti, ossia la somma degli scarti diviso il numero di offerte che lo compongono (10,950/8). Questo valore (Sc) nell’esempio è pari a 1,369.

d) la somma delle medie

Ora bisogna sommare la media M allo scarto medio Sc per ottenere un valore che chiameremo S (soglia). Nell’esempio, M + Sc= S è 14,392 + 1,369 = 15,761

Fino a questo punto la formula non è cambiata rispetto a come la conoscevamo. E’ qui che il decreto 32-2019 introduce la sua innovazione…

e) il decremento della soglia

Il valore S così ottenuto, secondo l’art. 97 deve essere “decrementato”. Ma di quanto?

Riprendiamo la “SOMMA” che avevamo calcolato al punto a): dobbiamo guardare le prime due cifre dopo la virgola e moltiplicarle tra loro. Nell’esempio, SOMMA era 215,882 quindi il prodotto dei primi due decimali è 64 (8*8). Consideriamo questo valore come se fosse una percentuale e applichiamolo allo scarto Sc:

1,369*64/100 Il valore ottenuto, nell’esempio è 0,876. Questo è il valore che dovremo togliere alla soglia S, e avremo finalmente la nostra soglia di anomalia Sa:

Sa = 15,761-0,876= 14,885

L’algoritmo di calcolo nel caso di 15 o più offerte ammesse è:

Sa = M + Sc – Sc * (C1 * C2/100)
dove:
M è la media dei ribassi percentuali – senza tener conto dell’accantonamento del 10% arrotondato all’unità superiore rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso;
Sc è lo scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali (senza tener conto delle offerte accantonate) che superano la media sopra calcolata;
C1 e C2 sono la prima e la seconda cifra dopo la virgola della somma dei ribassi percentuali calcolata senza tener conto delle offerte accantonate.

 

Vediamo ora il caso in cui le offerte ammesse siano meno di 15

oppure torniamo all’introduzione sul metodo di calcolo della soglia di anomalia dopo il decreto sblocca cantieri

 

Per restare informati sui prossimi articoli, iscrivetevi alla newsletter!

Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.