Durante l’anno può capitare la necessità di estinguere ordini di accreditamento di contabilità ordinaria, ossia di versare all’Erario quanto rimasto su un O.A. e non più necessario.

A fine anno questa facoltà diviene un obbligo, perchè è vietato effettuare “trasporti” o presentare mod. 62 su OA con rimanenze inferiori a 5,16 euro. La cifra non deve stupire, è la conversione delle vecchie 10.000 lire (questa disposizione è molto antica).

Per il 2017 la scadenza è stata fissata al 22 dicembre dalla circolare di chiusura delle contabilità.

Oggi vedremo come effettuare questo adempimento.

Una volta entrati in Sicoge, cliccare in sequenza: “FD di C/Ordinaria”-“Fondi di bilancio”-“Buoni”-“Emissione”

A questo punto selezionare dal menu a tendina “Buono per estinzione OA”, quindi “continua”.

Finestra selezione buono estinzione OA
Selezione tipologia di buono

Selezionare come al solito l’OA desiderato (quello da estinguere).

Nella sezione “dati contabili” basta inserire la data di esigibilità, perchè l’importo  (tutto quel che è rimasto sull’OA) è inserito in automatico dal sistema. Nella sezione “Dati gestionali” il codice gestionale da usare è 398. Come giustificativo mettete quel che preferite (io scrivo ‘distinta di versamento’ ma è una formalità).

La sezione più importante è “Dati beneficiario”: occorre compilare i campi capo, capitolo, articolo.

Finestra dati beneficiario
Sezione “Dati beneficiario”

I valori da usare ogni anno si ricavano dal “Quadro di classificazione delle entrate” consultabile sul sito della Ragioneria dello Stato (cercate con un motore di ricerca, la pagina cambia ogni anno). Per il MiBACT è sufficiente leggere la circolare di inizio anno che riassume i principali capitoli di entrata di competenza del Ministero (nel 2017, la n.4 della DG Bilancio).

Per il Mibact, nel 2017 si devono indicare: Capo 29, cap. 3680, art.4.

Bisogna ricordarsi di spuntare o competenza o residui. Se si conosce il codice versante, volendo lo si può inserire nel campo apposito.

Fatto questo, si può passare al riepilogo, e una volta dato “Esegui” il buono è pronto per la firma.

Questa procedura si può utilizzare indifferentemente qualunque sia l’importo da estinguere e la ragione per cui effettuate l’estinzione. Si può usare anche in occasione di rimodulazioni di somme disposte da Roma, usando la causale indicata nella circolare che dispone il versamento delle somme.

 

Prossimamente online la procedura per l’estinzione degli OA di contabilità speciale. Se nel frattempo volete lo schema di quanto esposto in questo articolo, andate alla pagina dedicata agli schemi, o cliccate qui.

 

 

Per restare informati sui prossimi articoli, iscrivetevi alla newsletter!

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.