Acquisti in rete CONSIP la nuova tabella degli obblighi 2018

 

La spesa pubblica in ogni Stato moderno costituisce una fetta importantissima del PIL, che a volte sfiora il 30% dello stesso PIL, ed è oltre il 20% pressochè sempre. L’Italia non fa eccezione a questa statistica, ma in più ha un debito pubblico esorbitante.

Di questa spesa una fetta importante non è destinata agli investimenti, ma al semplice funzionamento degli apparati. Si comprende quindi perchè negli ultimi anni in Italia è emersa con forza da un lato l’esigenza di  contenere le spese di funzionamento delle pubbliche amministrazioni, dall’altro quella di indirizzarle verso i prodotti di migliore qualità.

Per cercare di coniugare queste esigenze sono stati introdotti negli anni vari obblighi, tra cui segnalo:

  1. l’obbligo di utilizzare centrali di committenza o soggetti aggregatori
  2. l’obbligo di utilizzare procedure di acquisto telematiche
  3. l’obbligo di qualificazione per le stazioni appaltanti che vogliono appaltare somme oltre una certa soglia

Per l’amministrazione centrale il soggetto che svolge il ruolo di centrale di committenza è CONSIP, che ha creato il Mercato elettronico della pubblica amministrazione (MEPA). Le PA centrali sono obbligate ad utilizzarlo per tutti gli acquisti che riguardino prodotti disponibili su MEPA. A seconda degli importi occorrenti, si potranno utilizzare convenzioni, sistema dinamico di acquisizione o mercato elettronico.

Dato che l’obbligo è legato alle categorie merceologiche disponibili su MEPA, bisogna sapere quali prodotti siano offerti dal  mercato elettronico delle PA e quali no. Apparentemente sembra una cosa semplice, ma negli anni la quantità di categorie merceologiche è aumentata a dismisura ed orientarsi tra obblighi e prodotti non è semplice.

Fin dal 2013, quindi, CONSIP ha messo a disposizione delle PA una tabella riassuntiva degli obblighi e facoltà di utilizzo del portale Acquistinrete, per aiutare i funzionari a orientarsi in questo ginepraio. Col passare degli anni e il succedersi delle normative (che creavano sempre nuovi obblighi) però quella tabella è diventata obsoleta.

Finalmente CONSIP ha pubblicato la nuova tabella obblighi-facoltà, aggiornata al 3 maggio 2018. Rispetto alla precedente è addirittura raddoppiata nel numero di pagine, e questo basta da solo a chiarire che espansione ha avuto il portale negli anni.

Potete scaricarla dalla mia pagina schemi e modelli o direttamente cliccando qui. Una volta scelta la colonna relativa alla vostra PA e la riga relativa alla categoria merceologica che vi occorre, saprete a che obbligo siete soggetti. Buon lavoro!

 

 

Per restare informati sui prossimi articoli, iscrivetevi alla newsletter!

 

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.